smSend

Come comunicare con gli SMS durante le Elezioni Politiche 2018

Nel caso della comunicazione politica, l'SMS Marketing è efficace perché arriva direttamente a tutti gli elettori

Come comunicare con gli SMS durante le Elezioni Politiche 2018

Pubblicato il 23/02/2018



Attraverso l'SMS si può comunicare direttamente e in modo efficace. Ormai ogni azienda o ente, o partito politico deve poter contare su un cross medialità tra i mezzi quali SMS, landing page, social, email, etc per comunicare, più o meno tempestivamente, eventi, avvenimenti, date.

Nel caso della comunicazione politica, poi, questo strumento è davvero efficace e arriva realmente all'utenza elettorale. Il motivo è ormai noto: il 98% degli italiani ha con sé il telefono cellulare che controlla regolarmente durante il giorno - le notifiche da cellulare sono lette quasi istantaneamente.
Lontano dall'essere un semplice canale di fallback, l'SMS ha specifiche peculiarità che comportano specifici vantaggi.

Vogliamo elencare qualche regola generale che riteniamo possa essere utile anche nel momento in cui si pianifica una strategia sociale e politica. Vi segnaliamo, quindi, di seguito, qualche spunto pratico per strutturare una strategia di SMS Marketing efficace.

Ecco alcune best practice fondamentali da considerare e realizzare nella fase di creazione e preparazione all'invio.

1. Stabilire un rapporto trasparente e di fiducia con gli elettori.
In inglese si usa il termine spammy per indicare messaggi che, pur rispettando le regole sulla privacy, risultano invadenti, inopportuni e molesti, nel contenuto come nel tono. Evitare sempre di scrivere SMS dal contenuto generico è una buona regole e in più, nel caso della comunicazione elettorale, è ancora più importante comunicare informazioni chiare e di sicuro interesse.

2. Essere specifici.
All'interno del numero dei caratteri stabiliti, l'SMS dovrebbe essere “esaustivo”, in grado di comunicare in modo immediato il suo obiettivo, con un invito all'azione, una “call to action” mirata.

3. Comunicare con continuità.
È vero che spesso le campagne di SMS marketing possono essere create per degli avvenimenti specifici - nel caso delle elezioni, ad esempio, l'invito a visitare la pagina sito (link del sito o della landing page) di un determinato candidato o a leggere le ultime notizie su questo o quel partito, o ancora a segnalare un dibattito o un evento cittadino - però non dimentichiamo che gli interventi a “spot” possono risultare poco efficaci. Entrare in contatto con un interlocutore significa informarlo dei successi raggiunti, coinvolgerlo nelle attività che si sviluppano nel tempo, con la consapevolezza che il rapporto deve essere coltivato. Questo significa senz'altro organizzare un piano di azione strategico che possa evolversi nel tempo e che punti a fidelizzare l'utente finale.

4. Evitare abbreviazioni e rispettare la punteggiatura.
Per risparmiare caratteri, spesso si ricerca la sintesi nelle abbreviazioni, eludendo la punteggiatura: un espediente che, inevitabilmente, conferisce all'SMS una patina poco professionale, oltre ad aumentare le possibilità di incomprensione e fraintendimento. Per essere professionali non serve dare del "lei" o ingessare il testo, basta scrivere in italiano corretto e con un tono spontaneo e garbato.

5. Individuare la fascia oraria più efficace per l'invio.
Qual è il miglior momento per lanciare una campagna SMS? In genere, dipende dal tipo di messaggio che si vuole inviare e dal target: un consiglio che ci sentiamo di suggerirvi è quello di evitare gli invii in fascia notturna e di prediligere gli orari diurni. Questo affinché quel “messaggio” non disturbi, in orari poco consoni, l'utente finale, dando origine al cosiddetto “effetto boomerang” della mia azione.

Per conoscere tutte le soluzioni di smSend, clicca qui.

  • Condividi questo articolo

smsend

Copyright © smsend | dunp s.c.p.l Tutti i diritti riservati.

www.smsend.it | Invia e ricevi sms online

dunp s.c.p.l. Sede legale Largo Nino Franchellucci, 61 00155 Roma - C.F./P.I. 09884631004